1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 6 giugno 2020, 19:47

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Ciao! Se devi postare una fotografia, uno scatto o un'immagine ricorda di caricare anche direttamente sul Forum la tua foto.
Questo per permettere a tutti quanti di vedere sicuramente, ora e in futuro, l'immagine postata
Qui trovi le istruzioni per il caricamento file: viewtopic.php?f=13&t=86546.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 42 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 10 marzo 2006, 15:11 

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:30
Messaggi: 107
Località: Roma
Per quanto riguarda Astroart non lo uso da un secolo, appena posso faccio qualche approfondimento. Per il resto intendevo dire questo:

Il flat può assolvere a due funzioni, la correzione dei soli fattori a carattere "statico", quali ad esempio la disuniformità della risposta tra pixel e pixel e della "configurazione" ottica (vedi vignettatura), e qualla di altri fattori a carattere più "dinamico", quali la sporcizia sui vetri ottici e sul CCD, etc.

Per i primi puoi mediare tutti i flat che desideri per crearti un flat (o più flat, a seconda delle condizioni di ripresa, soprattutto in funzione della temperatura) da utilizzare ogni qualvolta ne hai bisogno. Mi pare che questo sia proprio il tuo caso.

Se invece vuoi riprendere un flat che ti corregga anche le varie imperfezioni "casuali", è indispensabile che la ripresa venga effettuata nella stessa identica condizione ottica in cui viene ripresa l'immagine.
Ciò significa che non devi minimamente variare l'assetto ottico, ruotare la camera, spostare il fuoco, etc. In queste condizioni diventa critico addirittura lo spostamento dello specchio primario degli SCT tra oggetti più o meno alti sull'orizzonte.

Per quella che è la letteratura a me nota, nel primo caso puoi utilizzare la mediana (come correttamente hai fatto) di 6 - 10 immagini, nel secondo caso tre sono più che sufficienti. In entrambi i casi è essenziale l'uniformità dell'illuminazione. Sempre per il primo caso, molti "sacri testi" consigliano di usare il cielo, puntando a nord o sud, all'ora del crepuscolo.
Per il secondo la situazione è un pò più complessa, dovresti fare la mediana di piu' pose nelle stesse condizioni di ripresa dell'immagine, se ti interessa possiamo successivamente approfondire la questione.

A prescindere da tutto questo, resta il fatto che nell'immagine che hai postato io non riesco a vedere un flat con le caratteristiche tipiche che mi aspetto di vedere in un flat. Ritornando all'istogramma, il valore medio del flat dovrebbe essere un pò superiore alla metà della dinamica della camera. Trattandosi di immagini a 16 bit, diciamo che il valore medio dei pixel dovrebbe essere attorno ai 40.000 ADU, valore che non mi ritrovo. Inoltre l'immagine mi pare "troppo pulita" per quelli che sono i difetti tipici di un "sistema di ripresa".

Saluti,
Franco


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 10 marzo 2006, 15:16 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:55
Messaggi: 10272
Località: Salento
f_petra ha scritto:

Se invece vuoi riprendere un flat che ti corregga anche le varie imperfezioni "casuali", è indispensabile che la ripresa venga effettuata nella stessa identica condizione ottica in cui viene ripresa l'immagine.
Ciò significa che non devi minimamente variare l'assetto ottico, ruotare la camera, spostare il fuoco, etc. In queste condizioni diventa critico addirittura lo spostamento dello specchio primario degli SCT tra oggetti più o meno alti sull'orizzonte.


ho ripreso il flat il giorno dopo lasciando la camera nelle stesse condizioni identiche... di fuoco,posizione ecc ecc (e' un rifattorino quindi non c'e' neanche il movimento dello specchio)

Effettivamente sono rimasto basso con il segnale...
riprovo portando ad almeno 40000.

Sinceramente ero convinto di averlo gia' fatto...
non vorrei fosse stato il passaggio di fit a sballare i livelli (anche se mi sembra strano a dire il vero)

Provo a rifare il flat.
Grazie mille Franco :)

EDIT: ho controllato.
Su astroart il livello e' di 40000...
Nelle impostazioni c'e' correttamente impostato SIGNED fits..
Ma iris non lo legge correttamente... uhm


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 10 marzo 2006, 15:42 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:27
Messaggi: 776
Località: Terlizzi (Bari)
Christian...forse sto dicendo una cavolata ma la dico lo stesso: astroart calcola i migliori valori di soglia per l'immagine attiva: questa opzione è di default ...quando viene caricata un'immagine, quindi andando a variere le soglie di visualizzazione puo essere che ti ritrovi il tuo bel flat...

ho detto una cavolata?hai gia fatto così? se si...mi scuso ...;-). Se poi il problema è un altro non so aiutarti.....

Ciao
Antonio

_________________
http://antoniosforza.wix.com/fotografia


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 10 marzo 2006, 15:43 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:55
Messaggi: 10272
Località: Salento
il punto e' che su astroart lo vedo bene...
se lo applico non fa nulla o quasi :S

eppure le macchie corrispondono alla perfezione...
Ciao


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 10 marzo 2006, 15:45 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:27
Messaggi: 776
Località: Terlizzi (Bari)
ah....io avevo capito che su astroart lo vedevi bianco...scusami...

Ciao
Antonio

_________________
http://antoniosforza.wix.com/fotografia


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 10 marzo 2006, 16:05 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:55
Messaggi: 10272
Località: Salento
di nulla Antonio.. ci mancherebbe ;)

grazie per l'interessamento :)

ciao


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 10 marzo 2006, 17:23 

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:30
Messaggi: 107
Località: Roma
Tutto chiaro, o quasi...

In effetti è vero quello che dice Antonio.
Caricando le immagini su Astroart, puoi vedere che l'immagine di ngc-001 viene visualizzata in un range automatico di 8512 - 8.956, quella del flat in un range di 40.285 - 40.577 (bassissimo).
Se effettui l'operazione di divisione tra le immagini, il risultato è evidente. Il fatto che poi non sia soddisfacente dipende solo dalla dinamica delle due immagini, su questo dovremo approfondire qualche concetto.

Su IRIS, per la ngc-001 ottieni lo stesso risultato impostando a mano con il threshold i valori min-max dei livelli che vuoi portare in visualizzazione.

Per quella del flat (che supera i 32.767) probabilmente devi tener conto dei calcoli che IRIS applica nella conversione per ottenere i livelli equivalenti. Ci sono un pò di fattori da tener conto, ma una volta capito il meccanismo è tutto abbastanza semplice.

Purtroppo non ho il tempo per fare prove, ho l'aereo alle sette e devo correre, lunedì riprendiamo il discorso (se nel frattempo non hai risolto tutto da solo).

Saluti,
Franco


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 10 marzo 2006, 17:29 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:55
Messaggi: 10272
Località: Salento
indaghero'...
comunque il fatto che il flat abbia un range basso significa che non c'e' un abisso nei valori di ripresa... (vignetta poco ad esempio..)

La posa di ngc se non ricordo male e' di un minuto...

cerchero' di studiare meglio :)
Grazie ancora ;)


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Flat
MessaggioInviato: sabato 11 marzo 2006, 11:02 
Operatore Commerciale

Iscritto il: domenica 5 marzo 2006, 13:00
Messaggi: 461
Località: Cormons
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Non per volere contraddire qualcuno, ma il flat giusto, hoprovato proprio, si ottiene per una CCD a 16 bit con 20.000-30.000 conteggi ADU massimi; oltre non ha nessun senso.
Ora comunque volevo dirti, che ccd hai?
Vi posto una foto eseguita con Astrosib 360 F 8.16 e ST10XME in binn 2x2, somma di 12 pose da 10 minuti.
http://forum.astrofili.org/userpix/295_elabM81decon_1.jpg

_________________
Strumentazione fissa:In origine era Astrosib RC360mm F 8.0, ma da 2006 sono bloccato per mancanza del telescopio, ancora non riparato. Provvisoriamente ho
Meade 14" F 10 montato su GM2000QCI (ottima montatura)+ ST8XME

Strumentazione portatile:
Gm8 losmandy + APO Tripletto 102 F 7.0 + Sigma 3200ME + Sbig 237a


Cieli sereni e non inquinati.
Angeli e ministri di Grazia difendeteci.

Ettore
Astrofilo66


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 11 marzo 2006, 12:57 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:55
Messaggi: 10272
Località: Salento
ciao Ettore (o Guido?)...

la mia camera e' una economica (si fa per dire..) sxv-m7..

Provero' come dici tu...
i miei flat sono da 40000..

Bella immagine... complimente..
talmente grosso lo strumento che se ne va in blooming..

Ciao


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 42 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010