1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è lunedì 10 agosto 2020, 16:53

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: fabfar e 37 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Ciao! Se devi postare una fotografia, uno scatto o un'immagine ricorda di caricare anche direttamente sul Forum la tua foto.
Questo per permettere a tutti quanti di vedere sicuramente, ora e in futuro, l'immagine postata
Qui trovi le istruzioni per il caricamento file: viewtopic.php?f=13&t=86546.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: M27 - La Manubrio
MessaggioInviato: martedì 19 novembre 2019, 10:42 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 11 novembre 2011, 16:23
Messaggi: 2094
Località: Agropoli (SA)
Tipo di Astrofilo: Fotografo aspirante Visualista
Una curiosità da potenziale futuro sperimentatore della tecnica, sempre con asi224: leggo 5” gain 380, a questo punto, usando l’autoguida (o anche no), potrebbe avere senso (o si trarrebbe vantaggio) abbassare il gain e allungare i tempi? ...restando nell’ordine dei 10” ad esempio...?

_________________
Daniele

https://www.flickr.com/photos/182162372@N05/


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: M27 - La Manubrio
MessaggioInviato: martedì 19 novembre 2019, 12:19 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 20:19
Messaggi: 1112
Località: Trezzano s/Nav (MI)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Daniele, credo proprio di sì. Le mie sono state solo delle prove. Ho visto che altri usano tempi anche più brevi, 1" o anche meno. Poi dipende anche dal cielo. Io ho ripreso da un sito urbano e con la luna quasi piena. Le variabili sono tante, ma vale la pena provare, anche in funzione dell'ottica. Io per il momento dispongo solo dell'80ino.
Giovanni

_________________
"Compito della scienza non è aprire una porta sull'infinito sapere, ma porre una barriera all'infinita ignoranza" (Galileo secondo Brecht)
Meade SCT 8" 2080 - Skywatcher ED80 - Vixen R200SS - MTO 500/8 - HEq5 PRO - Canon EOS 40D modificata - I-Nova Pla Mx Mono - ZWO ASI224MC.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: M27 - La Manubrio
MessaggioInviato: martedì 19 novembre 2019, 12:28 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 14:51
Messaggi: 1813
Località: 45,7°N-11,9°E (Vallà di Riese - Treviso)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Hai avuto il classico spostamento fra sistema di ripresa e sistema di guida.

Nell'immagine che ti allego ho sovrapposto la prima ripresa e l'ultima ripresa: prendendo come campione le due stelle luminose che ti ho cerchiato, noterai che c'è stato un notevole slittamento nella stessa direzione di quella che è la "pioggia" dell'immagine finale. In questo caso il rumore del sensore viene evidenziato lungo lo slittamento dell'immagine in fase di allineamento sulle stelle e successiva somma.
In realtà ho anche trovato una rotazione di campo, indice che lo stazionamento polare non è affatto buono.

Direi di perfezionare il puntamento polare, e di risolvere il problema più grande: hai detto che guidi con un MTO, non vorrei fosse quell'obiettivo l'origine dei mali. Il suo specchio potrebbe flettere oppure tutto l'obiettivo potrebbe non essere bloccato così saldamente come credi.


Allegati:
M27giampri.jpg
M27giampri.jpg [ 461.81 KiB | Osservato 280 volte ]

_________________
Manuele

C9.25XLT, Solarmax 60II
Oberwerk 20x80, Bresser 10x50
ASI183MM-PRO, QHY5III-178M
SW EQ6pro v.4, Ioptron CEM120

___________________________
Quando sarò vecchio, dai boschi mi verranno incontro i ricordi dell'infanzia, e il cerchio si chiuderà.
Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: M27 - La Manubrio
MessaggioInviato: martedì 19 novembre 2019, 13:19 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 28 settembre 2011, 23:28
Messaggi: 3028
Località: Torvajanica
Tipo di Astrofilo: Fotografo aspirante Visualista
In questo caso non sarebbe di aiuto eseguire uno stack a gruppi sparigliando l'ordine dei light?
Ovvero fare la somma della numero 1-5-10 e così via, poi la somma dei light 2-6-11 ecc..., poi la somma della 3-7-12...; infine fare la somma di tutti gli stack dei vari gruppetti, come si fa nell'elaborazione delle comete, per ridurre al minimo le strisciate delle stelle, nello stack dei frames allineati sulla cometa o per ridurre la presenza della cometa mossa, nello stack allineato sul campo stellare.
Certo, fare lo stesso lavoro su diverse centinaia di frames, potrebbe equivalere ad una martellata sui marron glacé! :silent:

_________________
www.flickr.com/photogallery_H-persei
"...Con tanta fatica che la m'era insopportabile; e pure io mi sforzavo." (Benvenuto Cellini artista rinascimentale, autore del Perseo di bronzo)
_______________________________________________________________________________________________
Newton Konus 200/1000 - Rc8" Tecnosky - Ts Komakorr -
Skywatcher 80ED Pro - Riduttore/correttore Sw 0.85x -
Neq6 Pro GoTo (Kit Rowan Atronomy) - Filtro Idas LPS-D1 -
Canon Eos450D Baader - QHY5L-II color


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: M27 - La Manubrio
MessaggioInviato: martedì 19 novembre 2019, 15:10 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 11 novembre 2011, 16:23
Messaggi: 2094
Località: Agropoli (SA)
Tipo di Astrofilo: Fotografo aspirante Visualista
Interessante.
Magari per semplificare il lavoro “prima dello shuffle” si potrebbe suddividere in gruppi di n frames (30-50) in base a quando inizia ad essere apprezzabile lo spostamento(?) ...o questa mia è solo la ricetta della cassata? :lol:

_________________
Daniele

https://www.flickr.com/photos/182162372@N05/


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: M27 - La Manubrio
MessaggioInviato: martedì 19 novembre 2019, 17:39 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 20:19
Messaggi: 1112
Località: Trezzano s/Nav (MI)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Allora Manuele, grazie per la puntuale analisi del problema. Certo, il mio sistema di autoguida non è propriamente granitico ed è da migliorare come pure la messa in stazione.
H-x6, come dice Daniele, l'ipotesi è interessante ma, con tutti quei frames, temo per i miei marron glacè... :(
Giovanni

_________________
"Compito della scienza non è aprire una porta sull'infinito sapere, ma porre una barriera all'infinita ignoranza" (Galileo secondo Brecht)
Meade SCT 8" 2080 - Skywatcher ED80 - Vixen R200SS - MTO 500/8 - HEq5 PRO - Canon EOS 40D modificata - I-Nova Pla Mx Mono - ZWO ASI224MC.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: M27 - La Manubrio
MessaggioInviato: martedì 19 novembre 2019, 23:29 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 9 luglio 2006, 13:08
Messaggi: 618
Località: lucca
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Come già detto l'effetto a pioggia è generato dal rumore naturale del sensore a causa della guida non perfetta. Nella tua immagine si vede uno scivolamento del campo dovuto al fatto che i 2 assi ripresa e guida si sono dissociati durante la posa totale, in altre parole percorrono strade diverse con il risultato del mosso. Intanto il mio consiglio è quello di togliere l'MTO un bestione pesante con un teleguida più leggero possibile. Da quello che ho capito il tuo setup rimane all'interno e poi lo sposti sul terrazzo con segni fatti in precedenza, in quel momento i metalli che sono vivi si dilatano in modo diverso e occorre un certo tempo di termalizzazione finche i metalli faranno pace! Nelle esposizioni corte le foto individuali saranno ferme ma con il passare del tempo dopo l'allineamento post ripresa il risultato sarà lo stesso. Le cose cambiano se si usano montature di grande precisione controllate da sistemi assistiti tipo TDM, così che la stella rimanga costantemente nel punto iniziale anche senza guida. L' eventuale errore di stazionamento non riguarda questo caso. Se fai un salto nel mio sito trovi alcuni consigli sui sistemi di guida con esperienza accumulata durante la mia attività spero siano utili. https://emimazz.wixsite.com/ilmiosito/flexdiff Per finire via l'MTO un pò di termalizzazione e i risultati saranno subito migliori, facci sapere.
Emiliano :wave:

_________________
https://emimazz.wixsite.com/ilmiosito
strumenti: Zwo asi 294, asi 244, canon eos 30D modificata, canon eos 7D.
ottiche:Tecnosky 80mm flat f/4,3, Boren-Simon 6" f/2.8, SC 300mm f/10, Mitakon 85mm f/2, GSO R.C. 6" f/9, Acromatico 120mm f/5


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: M27 - La Manubrio
MessaggioInviato: mercoledì 20 novembre 2019, 0:15 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 20:19
Messaggi: 1112
Località: Trezzano s/Nav (MI)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Grazie Emiliano, avevo già letto il tuo sito e cercherò di far tesoro dei tuoi consigli. Però l'MTO 500/8 non è il bestione che dici: è lungo meno di 15 cm e pesa solo 620g. Non so con cosa potrei sostituirlo di più leggero.
Giovanni

_________________
"Compito della scienza non è aprire una porta sull'infinito sapere, ma porre una barriera all'infinita ignoranza" (Galileo secondo Brecht)
Meade SCT 8" 2080 - Skywatcher ED80 - Vixen R200SS - MTO 500/8 - HEq5 PRO - Canon EOS 40D modificata - I-Nova Pla Mx Mono - ZWO ASI224MC.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: M27 - La Manubrio
MessaggioInviato: mercoledì 20 novembre 2019, 0:37 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 28 settembre 2011, 23:28
Messaggi: 3028
Località: Torvajanica
Tipo di Astrofilo: Fotografo aspirante Visualista
B&W ha scritto:
si potrebbe suddividere in gruppi di n frames (30-50) in base a quando inizia ad essere apprezzabile lo spostamento(?)

Sì, esatto, il fine chiaramente sarebbe proprio quello fare in questo modo una sorta di dithering postumo, evitando così di sommare determinati pixel/zone di rumore in modo continuativo, con quegli spostamenti molto ridotti che danno origine alla "pioggia", perché tali "disturbi" ricadono sempre quasi nella stessa posizione sovrapponendosi parzialmente.
Come una macchiolina su di un foglio semitrasparente, il cui lobo destro si sovrappone al lobo sinistro della stessa macchiolina posta sul foglio successivo che andiamo ad impilare e così via sui fogli a seguire.
Se noi invece impiliamo un gruppo di fogli, facendo in modo che nessuna porzione di macchiolina si sovrapponga, ecco che avremo un disturbo molto più attenuato o addirittura nullo.
L'ho spiegata un po' a cavolo :oops: , ma il principio in linea di massima è quello, spero si sia capito, ma tanto chi fa astrofotografia, bene o male queste nozioni le mastica già :wink:
gianpri ha scritto:
H-x6, come dice Daniele, l'ipotesi è interessante ma, con tutti quei frames, temo per i miei marron glacè... :(

Ma sì, infatti tranquillo, era giusto per fare un po' di teoria :ook:

_________________
www.flickr.com/photogallery_H-persei
"...Con tanta fatica che la m'era insopportabile; e pure io mi sforzavo." (Benvenuto Cellini artista rinascimentale, autore del Perseo di bronzo)
_______________________________________________________________________________________________
Newton Konus 200/1000 - Rc8" Tecnosky - Ts Komakorr -
Skywatcher 80ED Pro - Riduttore/correttore Sw 0.85x -
Neq6 Pro GoTo (Kit Rowan Atronomy) - Filtro Idas LPS-D1 -
Canon Eos450D Baader - QHY5L-II color


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: M27 - La Manubrio
MessaggioInviato: mercoledì 20 novembre 2019, 22:10 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 9 luglio 2006, 13:08
Messaggi: 618
Località: lucca
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Faccio un altro breve intervento per fare il punto, complimenti a Manuele perchè ha centrato il bersaglio e la foto postata non lascia dubbi. Temo che se lavoravi senza autoguida veniva più ferma! Ritornando all'MTO anche se è la versione piccola secondo me non è adatto come inseguitore, un piccolo rifrattore è più compatto e meno soggetto a dilatazioni. Bisogna partire col piede giusto e risolvere o limitare al minimo il mosso finale. Ti vorrei chiedere..... quando punti un oggetto da riprendere, nel teleguida MTO 500mm trovi subito una stella adatta oppure devi muovere le viti degli anelli che lo contengono? Concludendo io farei così, via MTO, mettere il telescopio fuori almeno un'ora meglio due, perfezionare lo stazionamento a nord. Farei 1 ora di posa spezzate ogni 10m quindi 6 pose per vedere il comportamento del mosso. Magari devi settare i tempi e il gain giusto.
Coraggio!
Emiliano.

_________________
https://emimazz.wixsite.com/ilmiosito
strumenti: Zwo asi 294, asi 244, canon eos 30D modificata, canon eos 7D.
ottiche:Tecnosky 80mm flat f/4,3, Boren-Simon 6" f/2.8, SC 300mm f/10, Mitakon 85mm f/2, GSO R.C. 6" f/9, Acromatico 120mm f/5


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: fabfar e 37 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010