1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 16 gennaio 2021, 6:47

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 28 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: mercoledì 25 novembre 2020, 18:22 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 11718
Località: (Bs)
Questo è ciò che ho sperimentato io (e che sperimento quotidianamente, si può dire):
http://forum.astrofili.org/viewtopic.php?f=5&t=99846&p=1129668&hilit=correttore+coma#p1129668
Naturalmente NON voglio insegnare niente a nessuno.
So che l'argomento è delicatissimo; ho passato molte notti di frustrazione proprio quando pensavo di avere la soluzione. Alla fine sono arrivato alla conclusione del link.
Direi che PRIMA di lavorare sulla distanza bisogna avere un'immagine SIMMETRICA rispetto al centro, con lo stesso difetto in egual misura in tutti e quattro gli angoli, altrimenti ogni aggiustamento porta dubbi.

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: mercoledì 25 novembre 2020, 19:45 

Iscritto il: domenica 9 ottobre 2016, 14:19
Messaggi: 77
Località: Palombara Sabina
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Ippogrifo, condivido pienamente, sarebbe il caso che io riesca a generare un'immagine in cui l'errore portato dal correttore sia omogeneo sui bordi, ma oltre a collimare il telescopio non saprei come fare. Ripeto, ho notato che il correttore nel barilotto del focheggiatore balla, ma se provo a spessorarlo per fare in modo che sia fermo ed eventualmente centrato, poi non mi entra nell'anello di serraggio all'imbocco del barilotto e non riesco ad infilarlo.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: mercoledì 25 novembre 2020, 20:01 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 11718
Località: (Bs)
Purtroppo la perfetta coassialità è cruciale. Se cambia ad ogni smontaggio non ne esci.
Chiaramente, comunque, stavi meglio senza la prolunga da 3 mm.
Controlla che l'asse del focheggiatore sia a posto, ma, occhio, ho notato sul mio newton che il secondario spostato produce lo stesso effetto. Sei a posto col secondario?
La sola collimazione del primario non basta.

PS.
Aggiungo pure una cosa. E' un 250/F4 se ho capito bene.
Sei stabilizzato termicamente? Non dubito che tu abbia già considerato questa opzione, ma è meglio ribadirlo. :matusa:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Ultima modifica di ippogrifo il giovedì 26 novembre 2020, 6:13, modificato 1 volta in totale.

Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: mercoledì 25 novembre 2020, 20:47 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:35
Messaggi: 16758
Località: Dove mi portano le stelle
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
E' possibile avere una foto del setup a campo largo e una a campo ristretto solo alla zona sensore?

_________________
Cieli sereni da Renzo
Immagine

Prima di un acquisto parallelo, pensateci - link

Il titolo del topic non è un optional. Usiamolo bene!


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: giovedì 26 novembre 2020, 22:50 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 9 luglio 2006, 13:08
Messaggi: 715
Località: lucca
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Saluti a tutti allora..... "Costanzo saggiamente scrive: Purtroppo la perfetta coassialità è cruciale". Se cambia ad ogni smontaggio non ne esci.
Chiaramente, comunque, stavi meglio senza la prolunga da 3 mm". Atergan, ti avevo già scritto che il sensore è già troppo lontano! hai aggiunto ancora 3mm perchè? con le tue prolunghe devi portare la battuta del correttore al segno sul dorso della fotocamera a 91mm come richiesto E'difficile? Comunque i tuoi problemi sono altri per prima cosa devi risolvere al coperto senza le stelle la meccanica del focuser e del treno prolunghe, altrimenti passi la vita a fare tentativi sensa senso. Posto un paio di immagine dei risutati test del mio strumento, un astrografo b-Simon 6" f/2.8 (si noti l'apertura relativa). aggiungo due rapidi commemti. Nelle 4 immagini la prima in alto a sinistra ci fa vedere la forma ottimale che il sensore dovrebbe avere per avere stelle puntiformi su tutto il campo. In altre parole se potessimo costruire un sensore ideale così curvo le stelle sarebbero puntiformi su tutto il campo. I valori di FWHm sarebbero molto simili. Come si vede dai colori le stelle più piccole (blu scuro FWHM 3,26) si trovavo al centro, ma il colore diventa più blu chiaro verso i bordi FWHM 3,75 e le stelle sono leggermente più "gonfie". Il campo corretto dichiarato dal costruttore è di 21mm (credo) quindi mi ritengo soddisfatto, potrei tentare di migliorare la distanza sensore-correttore inserendo degli anelli di compensazione, ma smontare il treno quasi sicuramente sarebbe un disastro il sensore non tornerebbe più come prima, come fa notare Costanzo. A sinistra si vede lo stesso sensore 3D visto da un'altra posizione ma è la stessa cosa. L'immagine in basso a sinistra ci fa notare che la parte più luminosa dell'immagine si trova pressochè al centro del sensore, cosa buona e giusta. L'immagine a destra in fine ci fa vedere la collimazione come si vede i valori di tilt sono pressochè a zero. Quindi nel treno fucuser non si toccano più le viti tutto è miracolosamente a posto.
Nel treno si vede la composizione fosuser. Le viti 1 serrano il correttore nel focuser, una volta strette è vietato toccarle altrimenti si manda a ......... tutto il lavoro fatto.
le viti 2 agiscono su un rot-camera e servono per piccoli aggiustamenti della camera es- nord-sud. Le viti nr,3 fanno parte dell'anello tilt che serve per accomodare il sensore rispetto al piano ottico per avere stelle puntiformi su tutto il campo e richiedono ore e ore di paziente lavoro. Per questo però è consigliabile avere a disposizione una camera astronomica con un generoso sensore, con la reflex le cose sono più complicate. Il lavoro sul tilt, viti 3 deve essere eseguito solo quando abbiamo la certezza assoluta che il tele sia collimato. Per la collimazione non so come l'hai collimato ? Sarebbere interesante vedere la stella sfuocata con le centriche la posizione del punto di poisson. Comunque Atergan accetta il consiglio di un "caprone" come sono, prima risolvi i problemi meccanici, fai in modo che non ci siamo laschi ne durezze, che i dispositivi vengono inseriti ed entrino in modo "felice" nei loro alloggi. IL tuo telescopio che conosco non è impossibile da gestire ma sicuramente difficile. Mi addormento sulla tastiera :facepalm: Prima saluto Renzo... Ciao Renzo per me è sempre un piacere leggerti.


Allegati:
boren_test_ccdinspector.jpg
boren_test_ccdinspector.jpg [ 175.54 KiB | Osservato 140 volte ]
treno_focuser.jpg
treno_focuser.jpg [ 291.38 KiB | Osservato 140 volte ]

_________________
https://emimazz.wixsite.com/ilmiosito
https://www.astrobin.com/users/starmazz/
https://www.flickr.com/photos/142594708@N04/


strumenti: Zwo asi 294, asi 244, canon eos 30D modificata, canon eos 7D.
ottiche:Tecnosky 80mm flat f/4,3, Boren-Simon 6" f/2.8, SC 300mm f/10, Mitakon 85mm f/2, GSO R.C. 6" f/9, Acromatico 120mm f/5
Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: venerdì 27 novembre 2020, 9:51 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 19:37
Messaggi: 11682
Località: Bergamo
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Con due immagini, direi che abbiamo già qualche dato in più sul quale lavorare.
Ovvviamente, il problema maggiore è quello dell'inclinazione del campo. Quello secondo me è dato da una scollimazione del primario. Se guardi bene, non è vero che stavi meglio prima dei 3mm in più: a sinistra le stelle sono peggiorate (e sono adesso troppo lontane dal sensore), a destra sono migliorate (e sono ancora troppo vicine al sensore). Ma questo problema di distanza è dato dall'inclinazione di qualcosa. O è la camera oppure è il primario. I newton F/4 non perdonano niente, purtroppo, e sono un delirio da centrare. Ma si può fare.
Ci fai una foto del setup con un dettaglio del focheggiatore con la camera montata?
Cosa usi per centrare il primario?

_________________
Strumentazione
Newton TS 6" - RC 8 GSO - MN 180/1000 Skywatcher - Zen schmidt camera 250 F/3 - Vixen Visac
Simak 240/1310 Zen - Konus Vista arancione (acro 80/400) - TMB 152 F/8, Borg 100ED, SolarAlpha 120
G11 fs2 - Vixen NEXSXD
Canon 450D - Magzero 9- QHY8L- Lodestar II - Moravian G3 6300


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: venerdì 27 novembre 2020, 10:35 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 11718
Località: (Bs)
In effetti, parlare di regolazione fine della distanza quando tutto sembrerebbe così disassato (o, se vuoi, tiltato, o, se vuoi, inclinato, o se vuoi, scollimato) è poco significativo.
Aggiungiamo che la tele-regolazione in remoto tramite un forum è ardua.
Comunque l'analisi di Pilolli sulla differenza di deformazione delle stelle lato destro/lato sinistro coinciderebbe con la mia idea (vedi il mio link).
Uso un doveroso modo condizionale nei verbi, si badi bene, senza pretesa alcuna. :angel: :D
:wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: venerdì 27 novembre 2020, 18:58 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 3 ottobre 2010, 2:26
Messaggi: 654
Località: Salerno
Tipo di Astrofilo: Fotografo
ippogrifo ha scritto:
...
Comunque l'analisi di Pilolli sulla differenza di deformazione delle stelle lato destro/lato sinistro coinciderebbe con la mia idea (vedi il mio link).

:wave:


Se puo' essere d'aiuto, a sostegno della tesi di Costanzo l'immagine sotto dovrebbe un po' chiarire come procedere per trovare la giusta distanza correttore-sensore.
Ovviamente occorre prima assestare il tutto (foc in asse, posizionamento secondario, collimazione primario e tilt) e quando il campo e' centrato ed uniforme lavorare sulla giusta distanza del sensore per correggere ii residuo di curvatura.

Allegato:
post-290710-0-59427900-1582317280.jpg
post-290710-0-59427900-1582317280.jpg [ 156.5 KiB | Osservato 110 volte ]

_________________
Strumentazione
- Ottiche: intes Mk-66, Celestron 80ed, Borg 125Ed, TS65Q
- Mount: Ioptron CEM60, Celestron CG5-ADGT
- Camera: CCD QHY8L, QHY9M, Canon 500D unmodded
- Guida: SW 80/400, tecnosky 60/228, Magzero Mz-5m, QHY5L-II
- Attaccapanni: 114/900 anni '80


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: venerdì 27 novembre 2020, 22:56 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 9 luglio 2006, 13:08
Messaggi: 715
Località: lucca
Tipo di Astrofilo: Fotografo
in passato qualcuno disse: in verita, in verita vi dico...., siete lontani dalla risoluzione! quello che scrivete sono pure fantasie, chiedo a es. Pilloli che scrive: "Ma questo problema di distanza è dato dall'inclinazione di qualcosa. O è la camera oppure è il primario. I newton F/4 non perdonano niente, purtroppo, e sono un delirio da centrare. Ma si può fare".... ma è la camera o il primario? spiega meglio come si può fare allora!
Tutto questo mi ricorda una previsione meteo del Colonnello Bernacca quando dopo avere illustrato la carta del tempo fece questa previsione rimasta nalla storia: Domani sull'italia pioggia quà e là e sereno altrove... Grazie ero capace anch'io! Meditate gente meditate. Occorro certezze. Un telescopio Newton si collima prima al coperto, iniziando dal secondario, il laser non dà certezze di precisione serve solo per un'osservazione all'oculare non per la fotografia! poi oculare chishire sempre al coperto tutto questo usando il telescopio come si dice in "purezza" rigorosamente senza il correttore. La collimazione finale avviene con lo star test tenendo presente che a causa dell'offset visto l'apertura f/4 l'ombra del primario è decentrata rispetto alla stella sfocata, conoscete questi principi ?... altrimenti non se ne esce.
Comunque questo è il mio ultimo intervento, mi limiterò a seguire gli sviluppi, ma state iniziando una corsa con un cavallo zoppo! alla fine arriverete al traguardo ultimi sulla groppa di una asino! Non mi volete male, sono il solito severo del forum. Un grande saluto a tutti.
Emiliano. :wave:

_________________
https://emimazz.wixsite.com/ilmiosito
https://www.astrobin.com/users/starmazz/
https://www.flickr.com/photos/142594708@N04/


strumenti: Zwo asi 294, asi 244, canon eos 30D modificata, canon eos 7D.
ottiche:Tecnosky 80mm flat f/4,3, Boren-Simon 6" f/2.8, SC 300mm f/10, Mitakon 85mm f/2, GSO R.C. 6" f/9, Acromatico 120mm f/5


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: sabato 28 novembre 2020, 0:00 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 11718
Località: (Bs)
Se l'interessato (Atergan) s'è disinteressato, c'è poco da fare, ... oppure sta provando, il che è assai probabile. :shifty:
:wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 28 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010