1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è giovedì 28 maggio 2020, 22:26

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 14 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Smontaggio Meade LXD75 UHTC SC8”
MessaggioInviato: lunedì 30 marzo 2020, 14:10 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 12 febbraio 2006, 21:26
Messaggi: 1710
Località: Ortona (Chieti, costa abruzzese meridionale)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ciao a tutti.
Approfittando di questi brutti tempi che corrono, vorrei procedere alla pulizia del primario del mio Schmidt Cassegrain Meade da 203mm, con trattamento UHTC, la serie è la LXD75, il tele è del 2005 (o almeno io l’ho acquistato nuovo nel 2005).
Nel tempo si è formata una leggera patina (tipo condensa asciugata) sul primario e lungo il tubo si vedono dei depositi di polvere.
Ho letto che è meglio evitare di smontare la lastra correttrice poichè il suo posizionamento rispetto al tubo è molto sensibile, allora l’idea è quella di smontare la culatta posteriore e pulire la lastra dall’interno. Successivamente vorrei anche smontare il secondario per pulire anche quello.
Ora mi sto chiedendo se esiste un esploso di come è assemblato il tele e se qualcuno ha gia fatto la stessa operazione, cosi da essere edotto sulle cose a cui prestare attenzione prima di procedere all’operazione.
Intorno alla culatta di sono gruppi di tre viti a brugola, a 120° un gruppo dall’altro. Un gruppo regge anche il supporto del cercatore, un altro gruppo regge anche la barra a coda di rondine.
Di queste viti alcune battono sul bianco del tubo, altre battono sul nero della culatta.
Mi basta smontare quelle che battono sul bianco del tubo?
E una volta estratta la culatta, il primario posso smontarlo tranquillamente visto che è sferico?
Grazie anticipate a chi vorrà rispondermi e magari a chi avrà un esploso del suddetto strumento.
Cari saluti e in bocca al lupo a tutti.

_________________
Do you wanna be free?
Yes I wanna be free!
Hello SPACEBOY!


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 30 marzo 2020, 14:38 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 14:51
Messaggi: 1681
Località: 45,7°N-11,9°E (Vallà di Riese - Treviso)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Per mia esperienza puoi provare a pulire la lastra, ma gli specchi accontentati di guardarli: il rischio di rigarli con qualsiasi materiale tu usi è elevatissimo.

_________________
Manuele

C9.25XLT, TS130, SW100 ED, Pentax75 SDHF, Solarmax 60II
Oberwerk 20x80, Bresser 10x50
ASI183MM-PRO, QHY10, QHY5L-II-C, QHY5III-178M
SW EQ6pro v.4, Ioptron CEM120

___________________________
Quando sarò vecchio, dai boschi mi verranno incontro i ricordi dell'infanzia, e il cerchio si chiuderà.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 30 marzo 2020, 18:48 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 12 febbraio 2006, 21:26
Messaggi: 1710
Località: Ortona (Chieti, costa abruzzese meridionale)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ciao, grazie della risposta.
Si è sicuramente più saggio non toccarlo, anche perchè non credo la resa ne risenta in modo apprezzabile, almeno in visuale, ma la paura è che a lungo andare la patina possa andare ad intaccare lo specchio (che se non erro ha comunque la protezione di silicio o qualcosa del genere).
In ogni caso avrei usato il metodo della bacinella con goccia di svelto e acqua tiepida e risciaquo in verticale con acqua distillata, cioè non l’avrei toccato proprio.
Ciao!

_________________
Do you wanna be free?
Yes I wanna be free!
Hello SPACEBOY!


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 31 marzo 2020, 10:31 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 21 febbraio 2006, 18:47
Messaggi: 3922
Località: Villa C. (MI)
Tipo di Astrofilo: Visualista
Anche rimuovendo tutte le viti presenti, il tubo Meade non è disassemblabile; sia la culatta che la cella frontale sono incollate al tubo in alluminio.
Se proprio vuoi smontare il primario devi per prima cosa smontare il comando di messa a fuoco e secondariamente rimuovere il seeger presente sul paraluce interno.
Dopodiché sfilerai lo specchio dal davanti facendolo passare per i 2 incavi presenti nella cella frontale.
Se però non è esageratamente conciato, ti sconsiglio di smontarlo

_________________
*******************************
Roberto Porta - photallica v. 2.0

"Quando credi di essere perfetto, sei finito!" (Valentino Rossi)


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 31 marzo 2020, 15:52 

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2018, 19:20
Messaggi: 78
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Se lo vuoi smontare per pulire lo specchio, e ti capisco, vederlo coperto da sporco e' piuttosto fastidioso :) ti conviene procedere frontalmente, smontare la lastra correttrice, se fatto con attenzione e buon senso, non e' una cosa particolarmente problematica, molto importante e' segnare dei riferimenti di come e' montata, va rimessa nella stessa posizione, a parte questo non ci sono problemi particolari, mi raccomando di usare un metodo di pulizia adeguato!! :mrgreen:
In rete trovi molti video tutorial di come smontarla.
Aggiugo il mio metodo per pulire lenti o specchi, che utilizzo da tempo e trovo perfetto, ti fai una miscela al 50% di alcool isopropilico e acqua distillata, ci bagni appena il centro con dei fazzolettini scottex, e detergi la superficie mooolto delicatamente, io trascino il fazzoletto senza imprimere pressione, con movimenti circolari, stessa cosa per asciugare, l unica scocciatura saranno i micropeletti che si depositeranno, ma si elilimano facilmente, soffiando delicatamente, lo specchio sara' perfettamente pulito e senza tracce di aloni. Uso lo stesso metodo per pulire i vetrini delle camere coms/ccd.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 1 aprile 2020, 8:31 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 12 febbraio 2006, 21:26
Messaggi: 1710
Località: Ortona (Chieti, costa abruzzese meridionale)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Grazie a tutti delle risposte.
Caspita non immaginavo il tubo fosse incollato.
Quindi l’unica soluzione è smontare la lastra come avete detto.
Claudio_Roma ha scritto:
In rete trovi molti video tutorial di come smontarla.

Ho cercato ma non ho trovato nulla, hai mica un link da segnalare? Grazie.
Comunque non so se vale la pena rischiare di smontare la lastra. Oltre alla posizione che deve essere identica a quella prima dello smontaggio, ho letto di spessori presenti all’interno e siccome riesco a raggiungere una collimazione davvero ottima non vorrei rovinare tutto perdendo qualche spessore o perdendone accidentalmente la posizione in fase di smontaggio.

_________________
Do you wanna be free?
Yes I wanna be free!
Hello SPACEBOY!


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 1 aprile 2020, 15:52 

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2018, 19:20
Messaggi: 78
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Per mia esperienza, sugli sc gli spessori rimangono attaccati alla lastra, basta che non gli stacchi tu pulendolo!


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 1 aprile 2020, 16:16 

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2018, 19:20
Messaggi: 78
Tipo di Astrofilo: Fotografo
risposta replicata, cancellata :mrgreen:


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 9 aprile 2020, 11:06 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 12 ottobre 2006, 9:32
Messaggi: 4252
Località: Veneto
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Come procede la pulizia?

Il mio Meade LXD55 da 10" l'ho smontato ed ottimizzato per l'astrofotografia, è facile da smontare ci sono solo le brugole ai bordi, sia lato lastra che lato specchio.
LXD75 dovrebbe essere simile.
Trovi qualcosa sul mio sito:

http://www.carlomartinelli.it/webpage/N ... D55-75.htm

Ho smontato il C11 una volta per pulirlo ma non è stato molto difficile. Anzi divertente.

Carlo

_________________
Carlo Martinelli - IW3GIK

Sito Web: http://www.carlomartinelli.it E-Mail astronomia@carlomartinelli.it
Osservatorio: StarNavigator Astronomical Observatory (Masi-PD)
Attrezzatura: Montatura GM2000 QCI 10 Micron Comec Tecnology;
Telescopi: Meade LXD55 S/N 1016/254 Schmidt/Newton F4; Takahashi FS102 820/102 F8 612/F6; Takahashi FS60C 355/60/ f5.9 - 264/F4.4; Telescopio Guida TecnoSky 60/228 F3.8; TeleObiettivo MTO 1000/100 F10 (AstroSolar) SkyQualityMeter: SQM-L / SQM-LE Wheather: AAG-CloudWatcher LaCross WS55 SkyCam: AllSkyCam-MoonGlow Tecnology


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: sabato 2 maggio 2020, 23:27 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 12 febbraio 2006, 21:26
Messaggi: 1710
Località: Ortona (Chieti, costa abruzzese meridionale)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
ciao Carlo!
All’inizio volevo lasciar perdere, troppe complicazioni. Poi oggi mentre toccavo il supporto del secondario, notando che girava un pò su se stesso, di colpo m’è rimasto in mano! Per fortuna che il paraluce interno del secondario è rimasto vicino alla piastra e non è rotolato sul primario, il tubo era parallelo al suolo. Sono rimasto due minuti fissando il buco al centro della lastra come fosse il buco nero al centro della via lattea. Dopo il panico iniziale mi sono ripreso e mi sono detto “ora lo devi fare per forza”. Mi infilo mascherina e i guanti in lattice senza talco e comincio. Ho trovato quest’ottimo topic: viewtopic.php?f=3&t=10998
che mi ha aiutato non poco.
I sugheri sono rimasti al loro posto (uno sotto ogni vite che tiene la ghiera frontale in plastica) e la posizione della lastra era segnata di fabbrica da un punto bianco (metà sul tubo metà sulla lastra).
Sorvolando su tutti i passaggi, devo dire che con il senno del poi non è stato affatto difficile. Certo ci vuole pazienza, accorgimenti, un paio d’ore senza disturbi e una giusta concentrazione, ma alla fine ho capito come smontare il fuocheggiatore, il seeger, come sfilare lo specchio, e ho pulito tutto a puntino.
Bagno con detersivo per i piatti e risciacquo con acqua distillata, asciugatura con phon e rifinitura con pompetta per le ottiche. Per le macchioline ho usato quasar vetri e il panno in microfibra da 1,5€ super magic cristal della briantina (consigliato da autorevoli binocolari :D ).
Ho da poco finito di ricollimarlo su Arturo. Risultato eccellente grazie alla maschera di hartmann a due fori triangolari a 120°.
Che dire, sono proprio soddisfatto, dopo 15anni di onorevole servizio ora conosco meglio il mio sc8 e sono riuscito a dargli il giusto tributo di una bella pulizia! Sembra nuovo! (In un certo senso lo è).
Ciao!

P.S. devo riportare che dei sei tacchetti di sughero, appena tolta la ghiera ho notato che la lastra era a battuta su due di essi e un pò più lasca sugli altri 4, e cosi l’ho rimessa).

_________________
Do you wanna be free?
Yes I wanna be free!
Hello SPACEBOY!


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 14 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010