1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è giovedì 22 ottobre 2020, 1:55

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 10 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 17 settembre 2020, 17:53 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 24 agosto 2020, 10:26
Messaggi: 27
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Sto seriamente valutando la possibilità di costruirmi una casetta osservatorio in campagna, classico modello ROR con tetto apribile su binario tipo skyshed.
Quali sono i pro / contro di una costruzione in mattoni di cemento (rivestiti di legno), al posto del solo legno?

grazie!



EDIT: leggendo in giro leggo che sconsigliano il cemento per motivi termici
Cita:
8 COMMON BACKYARD OBSERVATORY MISTAKES
Material matters.

If you enjoy high-power views of the planets and double stars, beware of building your observatory with concrete blocks or bricks. These soak up heat all day and then proceed to radiate it away all night. The result is poor seeing at the telescope... A wooden structure situated on a grassy lawn is probably the best combination for a home observatory.


secondo voi stiamo parlando del pelo sull'uovo è un effetto davvero problematico?

_________________
Rifrattore Apocromatico 150/1200


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 17 settembre 2020, 20:09 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 13:59
Messaggi: 1456
Località: Provincia di Sondrio
Il costo prima di tutto.
Per il calore... si, ci può stare, ma tutti gli osservatori semiprofessionali e professionali sono in cemento/acciaio.
Si può cercare di ovviare con vernici chiare e riflettenti.
Sicuramente cemento e pavimentazioni hanno una deriva termica che può generare movimenti d'aria, ma non so quanto possa influire.

_________________
ES ULD 16' Gen II
Vixen A70Lf su Porta Mini
APM XWA serie completa
ES 82° 30, 18, 11
PLOSSL Vixen 20 6,3 Tecnosky 9
ES UHC OIII e ND variabile da 2"
Radiant SQML GSO Coma Corr.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 18 settembre 2020, 8:08 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 11:59
Messaggi: 9122
Località: San Francesco al Campo [TO]
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ciao a tutti, io ho l'osservatorio in legno multistrato montato su un telaio di acciaio: non ce l'ho in muratura per un semplice fatto legale, ossia che la mia struttura (come quella di molti altri) è rimuovibile, una struttura in muratura genera cubatura e quindi va dichiarata, progettata, certificata, tassata... bla bla bla.

Un mio amico ha l'osservatorio sul tetto di casa, l'ha fatto fare mentre ristrutturava e risulta pure a catasto come "osservatorio astronomico" :mrgreen:, non ho mai notato turbolenze particolari. Penso inoltre ai vari osservatori professionali che ho visitato: sono tutti in muratura.

Secondo me, se hai la possibilità di fare un osservatorio in muratura (legalmente), vai fiero e posta le foto sul forum!

_________________
Simone Martina
(a.k.a. gaeeb)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Gruppo Astrofili Edward Emerson Barnard
Home Page: www.gaeeb.org
Facebook: facebook.com/gaeeb
Twitter: twitter.com/gaeeb_org

autocostruttite.wordpress.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: venerdì 18 settembre 2020, 10:27 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 25210
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Seguo con estremo interesse :mrgreen:

_________________
Immagine

Da dove osservo? - Dobson 60cm f/4 - Dobson 30cm f/5 - Celestron C9,25


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: venerdì 18 settembre 2020, 11:16 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 15086
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
L'inerzia termica di cemento, blocchi tipo lecablock e (un po meno) mattoni UNI, è abbastanza scarsa, in edilizia infatti costituiscono tutti "ponti termici"; in pratica col poco materiale necessario a costruire un casotto di 3x3 m come osservatorio, dopo il tramonto, bastano circa 90 minuti per avere il completo acclimatamento (a tetto aperto), un C11 ci mette più tempo ad acclimatarsi. :mrgreen:

Come giustamente detto da Simone, i problemi sono tutti burocratici, a meno di andare "d'abuso" e sperare che nessuno rompa le scatole, si tratta di struttura "stabile", quindi soggetta a tutte le prescrizioni di Legge in materia edilizia.

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: http://astromirasole.org
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: venerdì 18 settembre 2020, 11:32 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 24 agosto 2020, 10:26
Messaggi: 27
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
abusi è meglio evitarli... dico al geometra di iniziare ad interessarsi e poi valuterò
i costi sono sicuramente molto più alti.... però una struttura fatta bene che resiste decenni praticamente senza manutenzione non è da sottovalutare.


interessanti le vostre considerazioni sul cemento, e poi non è come piazzare il telescopio in mezzo all'autostrada... parliamo di qualche mattone.
un rivestimento in legno potrebbe aiutare, oltre che essere una necessità per ragioni estetiche :roll:

altri pensieri liberi:

vibrazioni
se il pavimento è in cemento, il problema delle vibrazioni dovrebbe essere fortemente ridotto, questo evita di dover fare una base isolata per lo strumento

apertura tetto
qualcuno ha pensato di mantenere la stessa logica su binari ma dividere il tetto 50% e 50%? il peso minore e la corsa più corta forse evita la necessità dei pali di supporto esterni?

_________________
Rifrattore Apocromatico 150/1200


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 18 settembre 2020, 14:37 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 11:59
Messaggi: 9122
Località: San Francesco al Campo [TO]
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
vland ha scritto:
vibrazioni
se il pavimento è in cemento, il problema delle vibrazioni dovrebbe essere fortemente ridotto, questo evita di dover fare una base isolata per lo strumento
Secondo me è il contrario: un pavimento in cemento trasmette molte vibrazioni, ti converrebbe considerare la possibilità di separare il calpestabile dalla colonna. Ma poi parliamoci chiaro, se fai fotografia non pensarai mica di stare vicino al telescopio come negli anni 90 :mrgreen:
vland ha scritto:
apertura tetto
qualcuno ha pensato di mantenere la stessa logica su binari ma dividere il tetto 50% e 50%? il peso minore e la corsa più corta forse evita la necessità dei pali di supporto esterni?
La divisione del tetto riduce gli spazi e i pesi ma al costo di un problema di non facile soluzione: l'impermeabilità. Dovrai pensare a dei grembiuli che vadano a coprire la giunzione e potresti avere infiltrazioni in caso di vento forte.

Il tetto unico è scomodo ma è più sicuro.

_________________
Simone Martina
(a.k.a. gaeeb)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Gruppo Astrofili Edward Emerson Barnard
Home Page: www.gaeeb.org
Facebook: facebook.com/gaeeb
Twitter: twitter.com/gaeeb_org

autocostruttite.wordpress.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 21 settembre 2020, 16:07 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 24 agosto 2020, 10:26
Messaggi: 27
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Simone Martina ha scritto:
Secondo me è il contrario: un pavimento in cemento trasmette molte vibrazioni, ti converrebbe considerare la possibilità di separare il calpestabile dalla colonna. Ma poi parliamoci chiaro, se fai fotografia non pensarai mica di stare vicino al telescopio come negli anni 90 :mrgreen:

nel mio caso potrebbe essere complicato avere il pavimento in cemento e poi un'altra base di cemento completamente separata per lo strumento. anche perché parto già da un problema di terreno in pendenza. eventualmente potrei cercare di smorzare con uno strato di pavimentazione gommosa tipo palestre o simili
Simone Martina ha scritto:
La divisione del tetto riduce gli spazi e i pesi ma al costo di un problema di non facile soluzione: l'impermeabilità.

hai ragione, non vale il rischio!

ho l'impressione che saranno tempi lunghi, tra il fattore terreno in discesa, le informazioni sui permessi e il preventivo ci metterò un po' a capire se è fattibile o no

_________________
Rifrattore Apocromatico 150/1200


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 23 settembre 2020, 8:14 

Iscritto il: mercoledì 17 ottobre 2007, 17:50
Messaggi: 101
Località: Cuorgne'
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Simone Martina ha scritto:
Ciao a tutti, io ho l'osservatorio in legno multistrato montato su un telaio di acciaio: non ce l'ho in muratura per un semplice fatto legale, ossia che la mia struttura (come quella di molti altri) è rimuovibile, una struttura in muratura genera cubatura e quindi va dichiarata, progettata, certificata, tassata... bla bla bla.

Un mio amico ha l'osservatorio sul tetto di casa, l'ha fatto fare mentre ristrutturava e risulta pure a catasto come "osservatorio astronomico" :mrgreen:, non ho mai notato turbolenze particolari. Penso inoltre ai vari osservatori professionali che ho visitato: sono tutti in muratura.

Secondo me, se hai la possibilità di fare un osservatorio in muratura (legalmente), vai fiero e posta le foto sul forum!


Ciao, sono l'amico di Simone ..... :D :D
Se volete vedere come ho realizzato il mio osservatorio : http://www.astroaldo.com
Ovviamente sotto la voce relativa.
Spero che vi possa essere utile in qualche modo.
Cieli sereni.
Aldo

_________________
Varuna Observatory
Cuorgne' (TO)
MPC C38

RILA 325/1850
10 micron GM3000HPS
Apogee Alta U16M


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 23 settembre 2020, 9:03 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 24 agosto 2020, 10:26
Messaggi: 27
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
aldo ha scritto:
Ciao, sono l'amico di Simone ..... :D :D
Se volete vedere come ho realizzato il mio osservatorio : http://www.astroaldo.com
Aldo


davvero complimenti, praticamente un sogno avverato :D

(vedo che hai fatto un bella progressione con montature 10micron, a quando la 4000?) :thumbup:

_________________
Rifrattore Apocromatico 150/1200


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 10 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010